Visite orientali

Dopo aver fatto visita a Raja nella camera della zona isolata del monastero, l'abate Leandro raggiunge nuovamente il suo ufficio nonostante sia gia' passata da un pezzo l'ora per la fine delle attivita' monasteriali. Qualcosa pero' rinvia nuovamente il momento di far ritirare l'abate nella sua stanza per il riposo notturno, quando improvvisamente l'uomo avverte un caratteristico rumore di macchina , provenire dall'esterno del monastero. Sorpreso di sentire quel tipo di rumore , dato che e' raro sentire o vedere veicoli transitare in quel posto sperduto del Nevada, e soprattutto a quell'ora tarda, l'abate si alza dirigendosi verso l'ingresso, proprio quando ode il caratteristico suono del campanello collocato sul cancello esterno del cortile.

"Leandro!"

La badessa Miranda compare d'un tratto sulla soglia di una stanza, con espressione comprensibilmente perplessa.

"Ci sono degli uomini qui fuori."

"Me ne occupo io"

Leandro apre la porta d'ingresso del monastero, quindi attraversa il cortiletto esterno all'edificio per arrivare al cancello e aprirlo. L'abate si trova davanti alla sagoma di un uomo vestito con un lungo abito bianco arabesco, accompagnato da un copricapo dello stesso colore. Lo sconosciuto indossa un paio di occhiali scuri nonostante il buio della notte inoltrata, e una folta barba nera gli avvolge parte del viso, dandogli un'aria non particolarmente rassicurante.

"Buonasera. Che cosa posso fare per lei?"

L'arabo fa un lento cenno di saluto col capo.

"Desolato per l'ora. Ma abbiamo bisogno di informazioni importanti, e forse lei potrebbe aiutarci."

Spostando lo sguardo, Leandro vede poco distante, una macchina parcheggiata con all'interno alcuni uomini che stanno sicuramente attendendo il ritorno dell'arabo.

" Mi dica."

" Stiamo cercando una donna che e' stata vista in compagnia di una suora."

"Questo e' un monastero gestito da una badessa, e non ci sono suore. Ci sono monache"

Specifica l'abate.

"E la differenza?"

"Ci sono molte differenze tra i vari ordini ecclesiastici"

"Capisco. Ma devo insistere. Abbiamo motivo di credere che la donna sia stata conosciuta e vista da una delle monache che stanno in questo monastero. Questo e' l'ultimo monastero del Nevada che stiamo visitando, e abbiamo la certezza assoluta che la donna che stiamo cercando, sia passata per Las Vegas."

L'arabo estrae una fotografia da un tascone laterale della bianca tunica, quindi la fa vedere a Leandro. L'abate osserva l'immagine che ritrare una donna con splendidi abiti orientali. Nonostante il suo sbalordito stupore interiore, l'abate si mantiene neutro e tranquillo.

"Donna molto bella...."

Si limita a rispondere dopo aver guardato la fotografia.

"Dunque? L'ha mai vista?"

"Personalmente no. Ma posso chiedere alle monache se ne sanno qualcosa. Posso chiedervi chi e' la donna in foto?"

" Appartiene al sultano persiano Muyassar Nadir. Vede,quella donna e' una persona che e' molto preziosa per il sultano, ed e' disposto a pagare profumatamente per riaverla. Sono sicuro che ci aiutera' a ritrovarla. I soldi di Muyassar potranno essere utili per le vostre opere caritatevoli e il vostro ordine. Che ne dice?"

Leandro ascolta la proposta dell'arabo, cercando di guardarlo attraverso i suoi scuri occhiali.

" Vedro' cosa posso fare. Perche' non tornate domani mattina lasciandomi qui la foto,in modo da poter chiedere alle monache se possano averla vista? Dal nostro monastero passano in continuazione nuove persone, anche se di passaggio. Se e' stata qui, sicuramente una delle monache la ricordera'."

L'arabo annuisce.

"Contiamo sul suo prezioso aiuto...."

L'orientale fa un cenno col capo e si allontana verso la macchina parcheggiata li' vicino, lasciando a Leandro la fotografia. L'abate richiude il cancello e fa rientro nel monastero, dove la badessa Miranda ha atteso con curiosita' il ritorno di Leandro.

"Allora? Chi erano?"

Gli chiede subito la badessa, ansiosa di sapere. Leandro infila pero' in tasca la fotografia senza mostrarla alla donna.

" Cercavano una persona. Niente di importante. Ma torneranno domani per vedere se alcune delle monache possano averla vista. Me ne occupero' io. Non c'e ' motivo di restare allertati."

"Questo mi rasserena. Allora...buonanotte Leandro."

"Buonanotte Miranda"

Leandro fissa con occhi subdoli Miranda, vedendo la badessa allontanarsi. L'abate sposta poi lo sguardo verso la zona che conduce all'area sotterranea dove c'e' la camera di Raja, dirigendosi quindi, proprio verso quella direzione.