La menzogna di Leandro

Miranda trattiene Leandro per un braccio costringendolo a guardarla.

"Voglio sapere ogni cosa. Che cos'e' che esattamente ha fatto Raja?"

Leandro sente la marcata domanda indagatoria della badessa, che intende capire meglio che cosa sia realmente accaduto a sua insaputa.

"Ha cercato di provocarmi come uomo. E quando l'ho ripresa dicendole che la sua azione sarebbe stata punita, ha minacciato di andare ad accusarmi di averla aggredita e seviziata. Ho voluto tacere per non alzare un polverone che credevo di riuscire a gestire. Ma come vedi la provvidenza sta facendo giustizia, ed e' uscito fuori cio' che lei e' veramente: una donna di facili costumi coinvolta in chissa' quale giro orientale in mezzo ai guai, a tal punto da essersi spacciata per una monaca . "

Helena origlia nascosta dietro la porta di ingresso, ma e' sconvolta per cio' che sente sapendo che Leandro sta vergognosamente mentendo per nascondere invece la vera identita' di lui, ed e' proprio Helena che piu' di tutte le altre monache, e' la maggior testimone di tale verita' verificatasi all'interno di quel monastero. Le sarebbe bastato dire qualcosa per rivelare le pervertite attitudini dell'abate nascoste dietro una maschera religiosa, tra l'altro anche fortemente distorta e contradditoria. Il respiro di Helena si irregolarizza nel non sapere cosa fare. Avrebbe dovuto tacere, lasciando credere che Raja possa aver attuato veramente simili azioni? Oppure avrebbe dovuto intervenire infangando Leandro con tutte le conseguenze che si sarebbero sicuramente verificate? Raja non sapeva esattamente che cosa si celasse dietro le azioni di Leandro, ma l'aveva intuito, cercando piu' volte Helena per poterla aiutare a rivelare ogni cosa, senza pero' esserci riuscita. Ora Helena si trova in una condizione difficile, perche' per il proprio "bene" e protezione, avrebbe dovuto continuare a tacere lasciando che Raja venisse infangata.

"Quello che mi racconti e' sconvolgente. E tu avresti dovuto informarmi di una simile vergogna nel monastero che dirigo ! "

Miranda rimprovera Leandro.

"Hai ragione, ma alla fine ho preso la decisione migliore, perche' tutto e' venuto fuori senza nessuno scandalo per il monastero, la sua immagine e per il suo quieto vivere. E Raja non e' piu' qui. Quindi ora possiamo stare tranquilli che non ci saranno piu' rischi di vergognose azioni da parte sua."

Miranda scruta a lungo Leandro.

"Questo non giustifica pienamente il fastidio che hai per lei. Te lo leggo negli occhi. Sei sicuro di non nascondermi niente altro?"

" Che la provvidenza mi perdoni se sto peccando di fastidio nei confronti di una persona. Ma e' piu' forte di me. Non sopporto come uomo, di aver dovuto coprire un comportamento simile. Questo mi fa arrabbiare. Si, lo ammetto. Ora pero' non ha piu' senso continuare a parlarne. Raja non sara' piu' una minaccia per l'ordine."

Una monaca sopraggiunge dall'interno del monastero, vedendo Helena nascosta dietro la porta di ingresso.

"Helena! Cosa fai li' dietro?"

Leandro sente la voce della monaca, che lo porta inevitabilmente a voltarsi verso l'ingresso assieme a Miranda. L'abate si dirige quindi verso l'interno seguito a ruota da Miranda, scorgendo Helena che fissa l'uomo con occhi cupi e al tempo stesso spaventati.

"Helena.... stavi origliando i discorsi tra me e la badessa?"

E' la severa domanda di Leandro sotto gli occhi confusi della monaca arrivata.

Helena invece abbassa lo sguardo incapace di rispondere e reagire.

"Allora Helena? Stavi origliando attuando un'azione cosi' irrispettosa?"

La rimprovera mentre l'altra monaca che, senza saperlo ha fatto scoprire Helena, si allontana dispiaciuta dalla zona.

"Mi dispiace monsignore, non ho potuto fare a meno di sentire"

Risponde Helena mentre anche Miranda si e' avvicinata ai due.

" Ti invito a non raccontare nulla alle altre sorelle, Helena. E' gia' una cosa troppo indegnosa quello che e' successo. Non turbiamo l'atmosfera del monastero divulgando certe notizie."

Interviene Miranda che e' ancora allibita per quello che Leandro ha rivelato su Raja, senza immaginare che si tratta di una sporca menzogna. Helena guarda in modo serio Leandro.

"Raja non e' una prostituta."

Azzarda a dire Helena, inducendo Leandro ad allargare uno sguardo con disapprovazione per quella risposta.

"E che cos'e' che ti spinge a dire questo, Helena? "

"Raja non sara' stata una monaca, ma non era una prostituta. "

"Te l'ha detto lei?"

Chiede Miranda che si dimostra disposta a conversare con Helena, a differenza di Leandro che invece vorrebbe zittirla.

" Badessa, Raja non avrebbe mai fatto una cosa simile a monsignore. Forse monsignore ha.....interpretato male alcune azioni o parole."

"Come ti permetti? Stai accusando me di mentire, e su qualcosa cosi' tanto grave?"

La rimprovera Leandro il cui sguardo e' cambiato in un'espressione pericolosamente oscura.

"Ero io presente con Raja in una scena cosi' vergognosa, e tu accusi me di aver frainteso il comportamento di una donna che ha gia' mentito per il solo fatto di essersi spacciata per una monaca, mentre viene dal mondo della prostituzione orientale? "

"Raja non merita questo! Sono menzogne le sue accuse, monsignore!"

Esplode Helena non sopportando che il nome di Raja venga infangato in quella maniera, proprio dall'uomo che invece aveva cercato di sporcare non solo Raja, ma soprattutto Helena, e per qualcosa di ancora piu' grave abilmente celato.

"Tu ti stai rendendo conto di quello che dici?"

Il tono severissimo di Leandro che, a stento riesce a trattenere la sua rabbia, mette in difficolta' Helena che si sente combattuta. Sa che parlando avanti, si sarebbe messa in un mare di guai con Leandro, ma al tempo stesso non riesce a stare zitta, ne' puo' permettere che Raja venga accusata di simili menzogne, ricordando anzi, che era stata proprio Raja a esortare Helena a parlare per far uscire le subdole azioni di Leandro attuate nei confronti di Helena e qualche altra monaca. E' poi il coraggio di Raja nella memoria di Helena, che le innesca ad agire verso un'azione che non avrebbe mai pensato di avviare.

"Lei e' arrabbiato con Raja perche' non ha ottenuto da lei quello che...che si prende da altre !"

Rivela quindi agghiacciando Miranda che si gira istintivamente verso Leandro, spiazzato dal coraggio di Helena in quella circostanza.

"Misericordia! Che cosa dici? Leandro!! "

"Non crederai ad una simile accusa, da parte di una monaca a cui quella prostituta le avra' sicuramente fatto il lavaggio del cervello?"

Lo sguardo di Miranda e' furioso, risentito, come se fosse stata ferita perfino lei per qualcosa, con una simile rivelazione.

"Torna nella tua stanza Helena, e non dire una sola parola a nessuno di tutta questa storia. Tu invece Leandro, verrai nel mio ufficio immediatamente!"

Miranda si avvia verso l'ingresso mentre gli occhi dell'abate, si proiettano infuocati verso Helena. La monaca cade a terra in ginocchio per lo stress emotivo di quello che ha avuto il coraggio di fare, e che l'avrebbe portata probabilmente a impegnative conseguenze da affrontare. La monaca pero', sa che non avrebbe potuto permettere a Leandro di oscurare con indegnose menzogne, l'immagine di Raja.