Trama

Raja e' una giovane persiana amante della danza, e che per amore del ballo, finisce all'interno del palazzo reale di Muyassàr Nadìr, un sultano orientale che, innamoratosi perdutamente di lei fin dal primo sguardo, cerca di farla restare nel suo palazzo attraverso tutte le modalita' di cui e' capace, mosso pero' da reali e profondi sentimenti per la donna. Dopo essersi innamorata anche lei del carismatico e attraente sultano, improvvisamente la danzatrice scopre però che l'uomo e' coinvolto in spiacevoli e discutibili traffici, provenienti da un mondo alimentato da importanti uomini di potere, dominati da egoiche ambizioni materiali, che perfino lo stesso sultano non condivide, ma che per qualche misteriosa ragione si ritrova a dover appoggiare. Tale amareggiante scoperta, porta la donna a dover fuggire da lui ripetute volte, nonostante i profondi sentimenti che nutre sinceramente verso il sultano, venendo pero' ciclicamente ritrovata dagli uomini al suo servizio, e rinchiusa nel palazzo reale con lo scopo di impedirle di fuggire ancora. L'inizio della fine di tali tormentati cicli di un ritorno a palazzo,non voluto e spontaneo, sembra arrivare quando Raja riesce a trovare nascondiglio e copertura all'interno di un disperso monastero situato nella terra del Nevada, accettando di provare a spacciarsi per una finta monaca, pur di trovare protezione all'interno di quell'ordine religioso. Anche qui pero', la donna scopre che il luogo che piu' avrebbe dovuto e potuto proteggerla, nasconde un subdolo e limitante ordine religioso, gestito dalla collaborazione della badessa Miranda e dell'abate Leandro, e che cerca di portare Raja verso un'oscura e umiliante via di sottomissione e obbedienza. Per Raja e' l'inizio di un percorso di liberazione da tutto quel passato che, fino a quel momento l'ha portata a nascondere il suo danzante femminile, e che troppe volte lei stessa ha permesso di far imprigionare, a causa di antichi schemi e di contesti limitanti, che la donna ha disperatamente cercato di affrontare da sola. Attraverso impegnativi eventi, Raja imparera' diversamente a permettere al suo femminile di emergere sempre piu' liberamente, per cominciare a mettersi in viaggio verso la liberta' del proprio essere, inizialmente fuggendo proprio dal mondo che paradossalmente e maggiormente le ha fatto sentire e vivere la magia della piu' celestiale espressione di amore. Grazie all'incontro con un ragazzo di nome Zuri, Raja capira' quanto una preziosa parte del mondo vissuto insieme a quel sultano, le e' ormai entrato nel cuore. Parallelamente alle sue sfide interiori, anche Muyassàr sara' impegnato ad imparare ad affrontare diversamente l'attaccamento alla donna, affrontando i suoi demoni interiori che l'hanno trascinato in distorte forme di rabbia e gelosia, cosi' difficili per lui da gestire, e che rischiano di fargli perdere la testa e la ragione. Il destino di Raja dipendera' da ogni piu' "piccola" e singola scelta interiore della persiana, ed in particolar modo, da quando il suo sfidante percorso, cerchera' di farla ritornare nel palazzo di Muyassar, con lo scopo di farla agire diversamente e con una nuova consapevolezza e forza interiore che, saranno i suoi nuovi strumenti alleati di cammino. L'emergere di tali strumenti, permetteranno a Raja di ricevere sostegno e guida per le sue prossime decisioni, in modo da potersi sentire sempre piu' autenticamente libera e indipendente, anche nella manifestazione del suo essere danzante. Tale percorso, aiutera' Raja anche a riscoprire la forza del perdono e della compassione, proprio verso quell'uomo che cosi' tanto lei ha amato, e al tempo stesso detestato, a causa delle distorte scelte di vita attuate da quel maschile, ancora cosi' troppo dominato dall'ego. Raja non sa pero', che anche quel sultano, durante la sua assenza, ha dovuto affrontare un difficile e impegnativo cammino evolutivo, per permettergli di poter andare verso la liberazione dal suo bisogno di controllo e di possesso. Tale processo di liberazione che, il sultano ha iniziato a conoscere soprattutto grazie all'amore dato e ricevuto da Raja, partira' proprio dalla presa di consapevolezza del sultano, di aver iniziato a "perdere" la donna, dallo stesso momento in cui la danzatrice ha scoperto la menzogna da lui raccontata, per impedirle di scoprire, con quale tipo di mondo ha potuto arrivare velocemente, ad una vita cosi' ricca e sfarzosa, a tal punto da diventarne inconsapevolmente dipendente. Questo cammino evolutivo per entrambi, li portera' a "separarsi" o riunirsi, in base alle reciproche forze della comprensione, del perdono e dell'amore, con o senza i quali, avranno il potere di sprofondare nei piu' infernali e aridi abissi, o di volare nei paradisi delle piu' magiche estasi celestiali, che solo il potere del cuore puo' riuscire a far anche "materializzare".