Trama



Raja é una giovane persiana amante della danza, e che per amore del ballo, finisce contro il suo volere, all'interno del palazzo reale di Muyassàr Nadìr, un affascinante sultano orientale che, innamoratosi perdutamente di lei fin dal primo sguardo, cerca di farla restare nel suo palazzo attraverso tutte le modalità di cui é capace, anche se mosso da reali, sinceri e profondi sentimenti, nutriti per la donna. Dopo essersi innamorata anche lei del carismatico e attraente sultano, improvvisamente la danzatrice scopre che l'uomo é coinvolto in sgradevoli traffici di affari, provenienti da un mondo alimentato da importanti uomini di governo, dominati da egoiche ambizioni materiali, non condivise perfino dallo stesso sultano, ma che, per qualche misteriosa ragione, l'uomo si trova nella condizione di dover appoggiare. Tale amareggiante scoperta, porta la donna a "dover" fuggire ripetute volte dal palazzo, nonostante in lei vivano profondi sentimenti nei confronti del sultano. L'inizio della fine di tali tormentati cicli costituiti da forzati ritorni a palazzo, sembra arrivare quando Raja riesce a trovare nascondiglio e copertura, all'interno di un disperso monastero situato nella terra del Nevada, accettando di provare a spacciarsi per una monaca, pur di trovare protezione all'interno di un nuovo ordine religioso. Provando a condurre, una rigida vita monastica, la donna scopre però che, il luogo che maggiormente aveva creduto avesse potuto proteggerla, nasconde invece un subdolo e limitante ordine religioso, gestito dalla badessa Miranda, con la collaborazione dell'abate Leandro, ingannevole figura religiosa che, cerca di portare Raja verso un'oscura e umiliante via di sottomissione e di obbedienza. Per Raja é l'inizio di un percorso di liberazione da tutto quel passato che, fino a quel momento l'aveva portata a nascondere il suo danzante femminile e che, troppe volte, lei stessa, aveva permesso di far imprigionare, a causa di antichi schemi e di contesti limitanti da cui, la donna aveva disperatamente cercato di liberarsi. Dopo aver toccato il fondo, rischiando di cadere nella trappola di un'illusoria e drammatica via di liberazione, Raja comincia a mettersi in viaggio verso la libertà del proprio essere, senza accorgersi di aver iniziato a viverla e a respirarla, proprio nel mondo dal quale la danzatrice si è abituata a fuggire e che le aveva permesso di sperimentare, la magia della più celestiale e sacra espressione di amore. Sarà grazie all'incontro con un ragazzo di nome Zuri che, Raja inizierà a capire, quanto una preziosa parte del mondo vissuto insieme al sultano, le é ormai entrata nel cuore. Parallelamente alle sfide interiori della donna, anche Muyassàr sarà a sua volta, impegnato ad imparare ad affrontare l'attaccamento verso l'amata, attraverso il superamento di suoi ostici demoni interiori che, l'avevano trascinato in distorte forme di rabbia e gelosia, così tremendamente difficili per lui da gestire, e che spesso, avevano rischiato di fargli perdere la testa e la ragione. Il destino di Raja dipenderà da ogni sua più "piccola" e singola scelta interiore, in particolar modo, da quando il suo sfidante percorso, cercherà di farla ritornare proprio nel palazzo di Muyassàr, con lo scopo di farla agire diversamente, grazie ad una nuova presa di consapevolezza e di forza interiore che, saranno i suoi riscoperti nuovi alleati di cammino. Il cammino evolutivo di entrambi, li porterà a "separarsi" o riunirsi, in base a quanto riusciranno a far emergere le reciproche forze della comprensione e del perdono, con o senza i quali, sprofonderanno nei più infernali e aridi abissi di vita, o voleranno nei paradisi delle più magiche estasi celestiali e che, solo il potere del cuore, avrebbe potuto far riuscire a "materializzare".

Crea il tuo sito web gratis! Questo sito è stato creato con Webnode. Crea il tuo sito gratuito oggi stesso! Inizia